Centre d'Interprétation Marne 14/18

sublayer

Chapelle Russe à Saint Hilaire

sublayer

Monument de Navarin

sublayer

Monument de la 1ère Victoire de la Marne à Mondement

sublayer

Fort de la Pompelle à Reims

sublayer

Vallée du Camp Moreau

sublayer

Monument américain du Blanc Mont

sublayer

Mémorial national des Batailles de la Marne à Dormans

sublayer

Site de la Main de Massiges

sublayer

Ossuaire de la Gruerie

sublayer
/ 10
Body: 

1914-18

2014-18

Ieri e

Oggi si uniscono

Cappella

Russa

Dicembre 1915

Cappella russa e cimitero militare russo di Saint Hilaire le Grand: La Russia accetta di inviare 50.000 uomini a combattere al fianco delle truppe francesi e britanniche.

page02-photo02.png

Secondo i termini degli accordi firmati a dicembre 1915, la Russia zarista ha accettato di inviare, in cambio di materiale bellico e di munizioni, quattro brigate di fanteria (cioè 50.000 uomini) per combattere a fianco delle truppe francesi e britanniche: la 2a e la 4a brigata nei Balcani e sul fronte di Salonicco; la 1a e la 3a brigata sul fronte francese, in Champagne.

Dopo aver percorso 30.000 km compresi 60 giorni in nave, la 1a brigata arriva a Mailly per raggiungere poi il settore di Suippes e di Aubérive dove viene rimpiazzata dalla 3a brigata a ottobre 1916.

Equipaggiati dall’Armata francese, i soldati russi si distinguono per gli elmetti Adrian con un'aquila a due teste sul lato. Le due brigate sono presenti all'inizio del 1917 al forte della Pompelle e durante l'offensiva del generale Nivelle sul Chemin des Dames a partire da aprile 1917, dove subiranno ingenti perdite.

La rivoluzione bolscevica di febbraio 1917 crea tensioni all'interno delle due brigate, tra i soldati detti lealisti e quelli pro-bolscevichi. Ritirati dal fronte, nel campo Courtine dans la Creuse, dove sono di stanza nell'estate del 1917, si verificano casi di ammutinamento che le truppe lealiste soffocano con le armi.

Al momento della firma dell'armistizio tra la Russia e la Germania nel 1917, ai soldati russi presenti in Francia viene data la scelta di arruolarsi nell'esercito francese o diventare lavoratori militari. 400 ufficiali zaristi decidono di continuare a combattere, 11.000 soldati russi accettano di lavorare al servizio dell'esercito francese. 4.800 renitenti sono inviati nei campi dell'Algeria.

 

Situato nella località " L'Espérance ", il sito di Saint-Hilaire-le-Grand è stato scelto per onorare la memoria dei soldati russi uccisi nei campi di battaglia della Champagne. La Cappella russa è stata edificata e decorata da Albert Benois nel 1936-1937. Il cimitero militare russo accoglie i corpi di 915 giovani soldati russi appartenenti alle due brigate venute a combattere sul fronte occidentale a partire dal 1916.

page02-photo01.png

L’associazione Souvenir du Corps Expéditionnaire Russe si occupa della Cappella. Tutti gli anni, nel week-end di Pentecoste, organizza due giorni di cerimonie e animazioni che hanno come centro la cappella e il cimitero. Un evento da non perdere nella regione.

 

Linea del tempo

Terra di storia e memoria

Scoprite le date principali di questo conflitto, la cronologia dei combattimenti, i protagonisti principali ma anche le ripercussioni degli eventi...

Ulteriori informazioni +

Tutti i siti e gli eventi da non perdere

sublayer

Collegio degli atleti di Reims

Nei giochi olimpici del 1912, gli atleti tedeschi hanno una preparazione migliore rispetto ai francesi e il contesto dell'epoca rende inaccettabile qu

sublayer

Meeting aereo del 1913

Il meeting del 1913 è l'ultima manifestazione aerea importante prima della Grande Guerra. Di dimensione mondiale, porta alla creazione di una vera e p

sublayer

Pass'mémoire

L’Ufficio del turismo di Reims vi propone un pass per accedere a 4 musei dedicati alla storia militare locale• Il Museo della Reddition• Il Museo del

sublayer

Immergiamoci nel cuore del Patrimonio - 2 giorni/1 notte

Scoprite Châlons-en-Champagne e i suoi dintorni... La città e la sua architettura, la campagna e i suoi monumenti storici: il patrimonio della Champag

Tutte le attualità

Il corpo di un poilu ritrovato a Massiges... 98 anni dopo la sua morte

L'Associazione "La Main de Massiges" ha rinvenuto, durante i lavori di ripristino di una trincea, le ossa di un Poilu della Manche, deceduto sul fronte a Massiges nel 1915.