Nei giochi olimpici del 1912, gli atleti tedeschi hanno una preparazione migliore rispetto ai francesi e il contesto dell'epoca rende inaccettabile questi risultati poco eloquenti per la Francia. È indispensabile optare per un'altra filosofia di preparazione sportiva: si fa appello al tenente di vascello Georges Hebert, il quale gode di una reputazione di preparatore atletico ineguagliabile per aver allenato molti distaccamenti di fucilieri della marina a Lorient. Il suo dogma è l'educazione fisica naturale che trae ispirazione dai concetti dell'antica Grecia: la nudità del corpo migliora l'armonia dei movimenti e la prestazione.

 

Melchior de Polignac (Presidente della casa produttrice di champagne Pommery) è convinto del metodo sostenuto da Georges Hebert. Così nasce a Reims il Collegio di atleti grazie a Melchior de Polignac che mette a disposizione il suo parco e i fondi necessari alla costruzione degli edifici e delle attrezzature sportive. È una novità per la Francia e il 19 ottobre 1913, il Presidente Raymond Poincaré inaugura questo complesso sportivo estremamente moderno. Queste installazioni saranno effimere, la Grande Guerra distruggerà la maggior parte delle installazioni e farà delle vittime tra gli atleti (Jean Bouin…), ma è stata lanciata l'idea della professionalità degli educatori fisici. Oggi sono visibili alcuni padiglioni restaurati e la pista da corsa nel parco di Champagne.