Le Mont Moret

Tipo : Musei

51300 COURDEMANGES

Coordonnées : 48.6921, 4.55997

Descrizione

Dal 6 settembre 1914, il Monte Moret diverrà l'obiettivo principale dei combattimenti intorno a Vitry-le-François. Come negli altri settori della battaglia della Marna, è su questo promontorio della quota 153 che il sacrificio dei soldati francesi ha fatto ribaltare le sorti dei combattimenti... La landwehr sassone conquista Courdemanges e il Monte Moret il 6 settembre combattendo le truppe coloniali francesi. Sfiniti e decimati, i coloniali non riescono a contenere le truppe tedesche. L'8 settembre, i fanti del 126° e del 326° reggimento di fanteria di Brive la Galliarde, con l'appoggio di un battaglione del 21° reggimento di fanteria coloniale (reclutamento di Parigi) sferrano un nuovo assalto alla quota 153. Da quel momento e per due giorni, i tedeschi bombarderanno violentemente e sferreranno un contrattacco contro questa altura divenuta la cerniera della parte est del campo di battaglia della Marna. L'esercito tedesco è fermato su tutta la linea del fronte e dà segni di stanchezza, inizia la ritirata la sera del 10 settembre. Gli uomini del 126° e del 326° reggimento di fanteria scendono i pendii martoriati del Monte Moret per raggiungere Blacy, Loisy e Couvrot l'11 settembre. Oggi, questo monte porta ancora in alcuni luoghi le stimmate di questo combattimento (segni lasciati da colpi di granata,...), impronte tragiche che il tempo non ha cancellato. Questa modesta altura copre il sud del paese e testimonia la sua importanza grazie alla lettura del paesaggio che permette.

km

Localisation intro

Route calculation

Anecdotes

Dal 6 settembre 1914, il Monte Moret diverrà l'obiettivo principale dei combattimenti intorno a Vitry-le-François. Come negli altri settori della battaglia della Marna, è su questo promontorio della quota 153 che il sacrificio dei soldati francesi ha fatto ribaltare le sorti dei combattimenti... La landwehr sassone conquista Courdemanges e il Monte Moret il 6 settembre combattendo le truppe coloniali francesi. Sfiniti e decimati, i coloniali non riescono a contenere le truppe tedesche. L'8 settembre, i fanti del 126° e del 326° reggimento di fanteria di Brive la Galliarde, con l'appoggio di un battaglione del 21° reggimento di fanteria coloniale (reclutamento di Parigi) sferrano un nuovo assalto alla quota 153. Da quel momento e per due giorni, i tedeschi bombarderanno violentemente e sferreranno un contrattacco contro questa altura divenuta la cerniera della parte est del campo di battaglia della Marna. L'esercito tedesco è fermato su tutta la linea del fronte e dà segni di stanchezza, inizia la ritirata la sera del 10 settembre. Gli uomini del 126° e del 326° reggimento di fanteria scendono i pendii martoriati del Monte Moret per raggiungere Blacy, Loisy e Couvrot l'11 settembre. Oggi, questo monte porta ancora in alcuni luoghi le stimmate di questo combattimento (segni lasciati da colpi di granata,...), impronte tragiche che il tempo non ha cancellato. Questa modesta altura copre il sud del paese e testimonia la sua importanza grazie alla lettura del paesaggio che permette.